VI edizione SEEYOUSOUND Torino

il festival internazionale di cinema a tematica musicale si svolgerà dal 21 febbraio all’1 marzo 2020 al Cinema Massimo MNC. Un ricco programma di 10 giorni con 64 appuntamenti per 99 film e videoclip tra concorsi, rassegne e proiezioni speciali, di cui 24 anteprime italiane, 3 assolute, 1 internazionale e 1 produzione originale, accompagnati da registi e ospiti, live ed eventi collaterali in 5 location, per condividere e celebrare due passioni in un unico evento.

Venerdì 21 febbraio alle 21 il festival prende il via con il regista JULIEN TEMPLE e la proiezione in anteprima italiana del suo ultimo film IBIZA – THE SILENT MOVIE, realizzato in coppia con FATBOY SLIM, music director dell’intera colonna sonora. Temple sarà protagonista anche sabato 22 febbraio, per la proiezione di tre titoli della sua filmografia accomunati dalla relazione tra luoghi e musica, 2 dei quali per la prima volta in Italia.

SYS VI porterà a Torino ospiti come CHRISTOPHE CHASSOL che sonorizzerà Ludi, film da lui scritto e composto; i MARLENE KUNTZ con la sonorizzazione del muto anni ’30 Menschen am Sonntag; MASSIMO ZAMBONI dei CCCP e CSI, regalerà al pubblico alcuni brani live per la proiezione de La macchia mongolica; PATRIZIO FARISELLI degli Area, sarà protagonista della serata Gioia e rivoluzione che celebrerà l’indimenticato Demetrio Stratos, durante la quale suonerà alcuni pezzi; mentre la giornalista e modella BENEDETTA BARZINI, terrà la masterclass organizzata con IAAD ispirata alla serie STILI RIBELLI prodotta da Sky Arte.

Tra gli oltre 80 ospiti anche il regista Simon Bird che presenterà Days of the Bagnold Summer, commedia indie con Earl Cave, figlio di Nick; A.J. Eaton autore di David Crosby: Remember My Name, prodotto da Cameron Crowe (autore di Almoust Famous); Gio Arlotta presenta per la prima volta in Italia il suo We Intend To Cause Havoc, tributo agli WITCH, rock band anni ’70 dello Zambia; Marco Porsia porta a SYS Where Does a Body End? sugli SWANS. Infine, un piccolo doveroso omaggio a MARCO MATHIEU, indimenticato bassista dei Negazione, con la proiezione in anteprima assoluta de Lo spirito continua di Claudio Paletto.

Letizia Caspani

Autore dell'articolo: staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *