Papillon

Papillon
diretto da Michael Noer, con Charlie Hunnam e Rami Malek.

Durata 126 minuti.

Presentato nel 2017 al Festival di Toronto, Papillon è il remake del celebre, omonimo film del 1973 con Steve McQueen e Dustin Hoffman, diretto da Franklin J. Schaffner, sceneggiato dal grande Dalton Trumbo e tratto dal celeberrimo  libro autobiografico di Henri Charrière, pubblicato per la prima volta in Francia nel 1969.
Ripetere il successo del precedente Papilllon non era facile, ma in questo caso mancano sia il pathos sia l’avventura.


Questo remake è un racconto sulle prigioni d’antan, che cerca di coinvolgere il pubblico con storie e personaggi a volte loschi a volte avventurieri guasconi, caduti in disgrazia: ma con il “sine metu” nel loro DNA.
Il regista punta sulle condizioni di vita, nel carcere di massima sicurezza (come si direbbe ora), sui silenzi che portano alla pazzia, sull’amicizia con il compagno Dega (Rami Malek), motivo per il quale Henry Papillon (Charlie Hunnam) cerca di rimanere in vita.


Nonostante le due ore e più, il film pare lento e poco avvincente, votato al racconto sulla tenacia dello spirito umano e all’autobiografia di Henri Charrière.

Sarà perché il protagonista ha ancora addosso il marchio di “Sons of anarchy” da wild boy americano della porta accanto e non ha ancora raggiunto la levatura di Steve McQueen?

Uscita al cinema il 27 giugno 2018.
Giovanni De Santis

Autore dell'articolo: GIovanni De Santis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *