L’Ultimo viaggio

Regia di Nick Baker-Monteys.
Un film con Jürgen Prochnow, Petra Schmidt-Schaller, Tambet Tuisk, Suzanne von Borsody, Artjom Gilz.
Titolo originale: Leanders letzte Reise.
Genere Drammatico – Germania, 2017
Durata 107 minuti.
Distribuito da Satine film
Al cinema il 15 Marzo

Road-movie alla scoperta dei ricordi di un vecchio soldato della Wehrmacht che non ha potuto cancellare dalla mente la sua triste storia giovanile, nonostante siano passati 70 anni.

Eduard aveva poco più di vent’anni quando fu costretto a rinunciare al suo amore e quella perdita ha tracciato nel suo cuore un solco che non è riuscito a riempire neanche quando, rientrato in patria dopo anni di gulag, si rifà una vita sposando la futura moglie con una premessa: “Sappi che non ti amerò mai, se sei d’accordo possiamo sposarci”.
La guerra e l’olocausto sono i demoni che  lo accompagnano nel viaggio che intraprenderà alla morte della moglie, alla ricerca del suo amore di allora, che gli diede anche una figlia, e  una nipote.

Eduard vuole scoprire, conoscere e ricomporre il puzzle del suo passato e mettere in ordine i ricordi che lo hanno accompagnato e tormentato per una vita intera.
Ma la situazione in Ucraina è pericolosa, sta per scoppiare una guerra tra gli indipendentisti e grazie a Lew, un ragazzo dalle origini russe ma cresciuto in Ucraina, nonno e nipote riescono a raggiungere il villaggio cosacco e a sapere dove viveva l’amore mai dimenticato del nonno.


La guerra incombe, le tensioni si acuiscono, i separatisti pro-russi stanno per scontrarsi con gli ucraini…
Fotografia e sceneggiatura sono impeccabili. Le noti mancanti, per farlo diventare un film popolare, sarebbero state scene di guerra nel ricordo della ritirata con eccidio da parte dei soldati tedeschi e cosacchi, all’avanzare dei carri armati dell’armata rossa.
Ma “L’ultimo viaggio” non si propone come film popolare, bensì uno stimolo alla riflessione su ferite che non si sono mai rimarginate.

Giovanni de Santis

Autore dell'articolo: staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *