LIVE AT POMPEII

A luglio del 2016 David Gilmor si esibiva in due concerti nella location di alto valore storico che non ha pari in tutto il mondo, l’anfiteatro di Pompei, arena dove duemila anni fa si cimentavano i gladiatori nello “Spectaculum”.
David Gilmor stesso ha commentato, “Un posto magico. E’ un luogo di fantasmi”.
Grandissima la performance ed in particolare di due pezzi “must”, The Great Gig in the sky e The dark side of the moon, che difficilmente propone da solista.


Inoltre uno spettacolo audio visivo con giochi pirotecnici, laser e come ciliegina sulla torta una band fantastica oltre che straordinaria.


Questi due concerti, ripresi il 7 e 8 Luglio del 2016, sono stati ripresi in 4 K dal regista Gavin Elder e “LIVE at POMPEII” è l’estratto di questo Film-concerto che sarà editato da Columbia Records il 29 settembre 2017 in diversi formati, con tanto di deluxe edition, da non farsi scappare per gli appassionati del genere.
Chi non vuole perdersi la visione sul grande schermo in 4K il 13-14-15 settembre, può godere di questo evento in Dolby Atmos, svincolando dal limite audio multicanale 5.1 o 7.1 mediante il posizionamento dinamico tridimensionale di oggetti sonori virtuali con diffusori su ogni lato, soffitto incluso: la definizione più alta che al cinema si possa proporre al momento, quattro volte superiore al 2K.

Mi pare d’obbligo dare delle info su questo sistema:
Il nome “4K” deriva da 4kilo (“4 mila”), che indica l’approssimazione dei suoi circa quattromila pixel orizzontali di risoluzione; il fatto che il nome ne descriva la risoluzione orizzontale è l’esatto contrario dei suoi predecessori: il 720p e il 1080p.
Lo schermo 4K, normalmente si intende uno schermo Ultra HD, 4K si riferisce al cinema digitale, mentre Ultra HD è una sigla utilizzata in ambiente televisivo.
Il formato 4K, a differenza dei formati HD 1080 e HD 720 che sono così chiamati per la risoluzione verticale del fotogramma, prende il nome dalla sua risoluzione orizzontale che è esattamente di 4096 pixel. L’altezza del fotogramma, invece, è variabile in base al tipo di aspet-ratio dello stesso.
Sotto il nome 4K vengono raggruppate, infatti, diverse risoluzioni dei diversi tipi di aspet-ratio del formato 4k.
Inoltre a differenza del formato Full HD, dove è necessario stare ad una distanza massima di 3 volte l’altezza dello schermo per poter apprezzare i dettagli dell’immagine, per il formato Ultra HD è necessario posizionare lo schermo TV ad una distanza pari a 1,5 volte l’altezza dello schermo davanti allo spettatore consentendo allo stesso una maggior immersione nell’esperienza multimediale.
Il film concerto, intitolato “Muse” (Il concerto allo Stadio Olimpico di Roma) è il primo in assoluto a essere stato registrato con questa tecnica, altri prodotti girati in 4k sono: Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato, Lo Hobbit – La desolazione di Smaug e Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate, di Peter Jackson. Viaggio ad Ercolano della Oberon Media, giusto per citarne alcuni.

 

Autore dell'articolo: GIovanni De Santis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *