Light of My Life

Light of My Life è un film scritto, diretto ed interpretato da Casey Affleck. Con: Elisabeth Moss, Anna Pniowsky, Tom Bower, Timothy Webber, Hrothgar Mathews.

In un mondo post-apocalittico, colpito da una piaga che ha quasi sterminato il genere femminile, un decennio dopo che la pandemia ha spazzato via metà della popolazione mondiale, un padre lotta per proteggere sua figlia, viaggiando attraverso gli Stati Uniti, nelle parti più selvagge, alla ricerca di un posto sicuro dove poter crescere Rag: il suo legame e il carattere dell’umanità vengono messi a dura prova.

Il debutto alla regia di Casey Affleck non è facile ma sicuramente è riuscito nell’impresa, evidenziando la cattiveria umana e allo stesso tempo l’amore la protezione e l’affetto che solo una madre può dare perché innato nel suo DNA.

La forza virile del padre non basta ad affrontare le vicissitudini che racconta nel film, lo sanno i genitori di figlie femmine, ancor prima del movimento #MEETOO.

Come tiene in braccio una madre, come ti racconta le favole, i padri possono solo imitarle, malamente; in questo survival-movie Casey evidenzia i limiti del genitore fin dalle prime scene facendo scoprire la sua debolezza ma anche l’amore infinito per la figlia. Un intreccio di sentimenti, metafore molto complesse, sia nella parte personale che sociale.

Un film nudo e crudo, come li chiamano i cinefili: “art-house” o d’essai.

Sono pochi i registi e le case di produzioni (anche americane) che affrontano questi “esercizi”, bisogna ammettere che Casey è riuscito nell’impresa, anche con un budget senza molti zeri si possono fare film importanti.

Notevole l’interpretazione dei due attori protagonisti, la giovane Anna Pniowsky ed Affleck, la fotografia e la sceneggiatura completano l’opera!

Al cinema dal 7 Novembre

Giovanni De Santis

Autore dell'articolo: staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *