Gorgeously imperfect

Il prossimo venerdì 12 ottobre alle ore 17:30, presso la Villa Raimondi-Carpegna in via Raimondi 20 a Birago di Lentate sul Seveso,  si inaugura la mostra personale di Marco Tonegato intitolata “Gorgeously imperfect”. Il nome dell’evento non deve far pensare banalmente ad una sorta di elogio dell’imperfezione. La ricerca pittorica di Marco Tonegato è volta a cogliere il suggestivo stato di “incompiuto” che caratterizza la condizione umana, nel suo percorso per il raggiungimento della perfezione. Un lavoro, un progetto, un quadro non sono mai “finiti”, ma sempre sono suscettibili di miglioramento. Lo stato di incompiutezza viene reso quindi in modo volutamente violento, come reificazione di uno dei temi imprescindibili della vita dell’uomo: l’imperfezione.

La mostra si organizza in due sezioni, una figurativa e l’altra astratta. Nella prima convergono temi quali la natura, il Samurai, la Geisha, il Budo. Nella seconda vengono sviluppati più apertamente i princìpi dell’estetica giapponese dell’esperienza conoscitiva del concetto di MA. Queste opere sono caratterizzate da una tensione fra pieni e vuoti, in una ricerca di equilibrio fra azione e sospensione, indagando il continuo dialogo tra pieni e vuoti, di chiara matrice zen, sia nelle sue opere figurative sia in quelle più astratte.

Nei suoi lavori ad olio su tela (30 composizioni è la selezione che costituisce questa mostra mostra), Tonegato si avvale della tecnica a spatola, declinata in diversi spessori del colore lasciato sul supporto, a seconda dell’effetto finale desiderato.

Marco Tonegato nasce a Milano nel 1966. All’età di 6 anni, comincia a dipingere i primi acquarelli osservando il lavoro del pittore Franco Genovese di Schio (VI), cugino della madre. La passione per il disegno lo porta ad iscriversi ad Architettura presso il Politecnico di Milano dove si laurea a pieni voti. A Ginevra consegue il Master allo IAUG Institut d’Architecture de l’Universitè de Genève. Dal 1999 al 2005, svolge attività didattica allo IAUG di Ginevra. Il contatto con il Prof. Henri Bresler di Parigi accende nuovamente in Tonegato la passione per la pittura. Collabora come architetto in Danimarca, Svezia e a Monza per lo sviluppo di diversi progetti di edilizia di altissimo livello.

Nel 2014 avvia un laboratorio di pittura con i ragazzi disabili della Cooperativa sociale OASI di Lentate sul Seveso (MB), che dal 1989 è un punto di riferimento per il mondo della disabilità (per info www.oasibirago.org). Questo laboratorio particolare  ha al suo attivo oltre 100 quadri e una decina di mostre.

Le arti marziali giapponesi portano ad approfondire il suo interesse per l’estetica giapponese: Tonegato pratica Karate in giovane età e dal 2007 pratica le discipline dello Iaido e del Kendo. Alcuni suoi quadri sono stati pubblicati nel libro “LILA storie di Kendo”, editore 30 Holding, 2018.

La mostra rimarrà aperta i giorni di Sabato 13 e domenica 14 ottobre dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *